Economia famigliare: qualche segreto per risparmiare, senza rinunciare alla qualità!

economia-famigliare-qualche-segreto-per-risparmiare-senza-rinunciare-alla-qualita
0
Consumare meno, risparmiare, riciclare: oggi è possibile!

Sempre più famiglie possiedono elettrodomestici che migliorano la qualità della vita e che, se usati correttamente, possono far risparmiare notevolmente. La "filosofia" del risparmio ha assunto grande importanza nell'economia di una famiglia, questo approccio infatti si traduce oltre che in un vantaggio per le nostre tasche anche in un fondamentale contributo sociale. Non sprecare inutilmente risorse è un dovere per tutti ma anche un esempio da dare ai nostri bambini.

In una famiglia i consumi su cui intervenire sono svariati, dal riscaldamento all'acqua, dall'illuminazione agli elettrodomestici,  dalla cucina all'auto. Ecco quindi alcuni consigli:

l'auto, si sa, incide pesantemente sul bilancio familiare. Perciò è consigliabile sceglierne una a bassa cilindrata in modo da contenere le spese su carburante, bollo e assicurazione.

Per diminuire il consumo di acqua, è preferibile la doccia al bagno e l'uso dei miscelatori rispetto ai classici rubinetti (a proposito, sapevate che per riempire la vasca da bagno servono circa 100 litri d'acqua e per una doccia meno della metà?).

Un buon isolamento di vetri e infissi e una caldaia autonoma sono importanti per quanto riguarda il riscaldamento.

Per limitare i consumi della caldaia sarà sufficiente regolare la temperatura: di notte a 16° e di giorno intorno ai 19°. Basti pensare che, aumentando la temperatura di un solo grado, il consumo cresce dell'8%!

Sulla bolletta dell'energia elettrica gli elettrodomestici "pesano" circa per l'80%. Cosa possiamo fare dunque per limitare gli sprechi? Innanzitutto scegliamo apparecchi di categoria A: garantiscono un minore consumo energetico, maggiore efficienza e cicli eco-system. Per la lavatrice si consigliano lavaggi a pieno carico e l'uso di detersivi capaci di garantire massima efficacia anche alle basse temperature. 4 lavaggi settimanali a 60° anziché a 90° fanno risparmiare circa 36 euro l'anno. Anche la lavastoviglie è un elettrodomestico che incide sul budget familiare consentendo un gran risparmio sia in termini di denaro sia di tempo. La maggior parte dei cicli della lavastoviglie prevedono l'asciugatura a fine lavaggio ma, se si apre lo sportello e si lascia circolare l'aria, si può risparmiare il 45% di energia! e con l'uso di detersivo di ultima generazione si può diminuire la temperatura di lavaggio ottenendo sempre risultati ottimali.

Un accorgimento semplice e banale che non tutti sanno? Evitiamo di lasciare in stand-by apparecchiature come TV e hi-fi: 20 ore al giorno della tipica lucina rossa accesa fanno consumare 200 Kwh all'anno, cioè 33 euro. E quando il telefonino è carico stacchiamo la spina, inutile continuare a tenerlo attivo! L'uso consapevole di elettrodomestici e di prodotti di qualità è importante sia per ridurre le spese sia per rispettare l'ambiente. Consumare meno, senza troppi sacrifici è possibile. Oggi, anche facile!

0

Desideri lasciare un commento?

Ti potrebbe piacere anche...