Piccolo mio, dammi una mano

0
Coinvolgere i figli nei lavoretti domestici e' un ottimo modo per farli crescere piu' responsabili. Ma a che eta' cominciare? E come convincerli?

Parola dei ricercatori del Politecnico di Zurigo: i bambini che aiutano i genitori a cucinare fanno meno capricci a tavola e apprezzano di piu' il «rito» dei pasti consumati con tutta la famiglia. Lo studio, che ha coinvolto 300 coppie con figli di eta' compresa tra i 6 e i 12 anni, dimostra che assegnare qualche lavoretto ai piccoli di casa non solo e' un supporto per mamma e papa', che cosi' gestiscono meglio le faccende domestiche, ma permette agli stessi bambini di crescere in modo piu' equilibrato: piu' responsabili, autonomi e con maggiore autostima.

Il piacere di sentirsi in gamba
Ma qual e' l'eta' giusta per coinvolgere nostro figlio nei primi lavoretti? Possiamo iniziare quando e' molto piccolo, ovviamente scegliendo incarichi adatti alle sue capacita': a tre anni, per esempio, gli chiederemo di mettere via pupazzi e costruzioni quando ha finito di giocare, mentre a cinque o sei sara' in grado di vestirsi senza l'aiuto degli adulti, ma anche di darci una mano a piegare le lenzuola, caricare la lavastoviglie o spolverare. La maniera giusta per assegnare questi compiti? Non imporli come se fossero una punizione, ma presentarli ai piccoli come un'occasione per rendersi utili e dimostrare ai grandi quanto sono in gamba. Almeno le prime volte, affianchiamoli nell'esecuzione del lavoro e lodiamoli sempre per il loro impegno.

Giochiamo a mettere in ordine?
Se, nonostante tutti i nostri sforzi, il bambino proprio non ne vuole sapere, proviamo a presentargli i piccoli lavori domestici come se fossero un gioco. Qualche idea? Appendiamo sul frigorifero un elenco delle attivita' da svolgere nell'arco della settimana e stabiliamo un premio - un pomeriggio al cinema, un fumetto o una coppa di gelato - per il primo che riesce a portarle a termine tutte. Oppure, lanciamo la classica sfida «vediamo chi fa piu' cose in 15 minuti», utilizzando un timer da cucina per segnare il tempo. Per convincere il piccolo a mettere in ordine i suoi giocattoli, poi, chiediamogli di raccoglierli in base al colore. E mentre facciamo i lavori di casa, ricordiamoci di cantare assieme a lui la sua canzone preferita.

Idee da leggere
Per approfondire il tema e avere qualche dritta in piu', in libreria e' disponibile Lo faccio dopo, di Jane Bidder: una guida pratica e spiritosa, piena di trucchi per convincere i figli a dare una mano in casa. In alternativa, possiamo leggere Questa casa non e' un albergo! di Alberto Pellai: riflessioni e suggerimenti per convivere con i teenager piu' pigri. Se, infine, intendiamo tramandare alla prole la passione per i fornelli, c'e' In cucina con i nostri bambini, di Federica Buglioni e Marcella Gallorini: semplici ricette che possono essere realizzate anche dai piu' piccoli, ovviamente con la supervisione di un genitore.

a32dcb58-5963-381a-a2f2-f5db4b39c1407987229383238521766
Ricevuto
€ 4.00
DI SCONTO per l acquisto di 1 prodotto della linea Olaz Regenerist
0
Background2-1920X660
Background3-1920X660
Background1-1920X660

UNISCITI AL CLUB DEI DESIDERI

Scopri per prima i nuovi prodotti di P&G e dei marchi partner.
Ricevi prodotti, campioni gratuiti ed altri omaggi da condividere con le tue amiche.
Condividi la tua sincera opinione con i marchi che sono pronti ad ascoltarti.
UNIRTI AL CLUB DEI DESIDERI

Desideri lasciare un commento?

Ti potrebbe piacere anche...