La sua prima vacanza all’estero con gli amici

La sua prima vacanza all’estero con gli amici

Prima o poi doveva accadere… tuo figlio sta per partire, e questa volta senza di te. Respira profondamente e mantieni la calma: ce la può fare! Scopri come aiutarlo a vivere al meglio questa tappa!


Quando tuo figlio manifesta il desiderio di andare in vacanza da solo sta comunicando che si sente pronto, di voler provare a farcela senza genitori anche se per un periodo breve. Il primo viaggio all’estero con i propri amici è quindi una prova importante per la sua crescita e con qualche consiglio puoi aiutarlo a organizzarsi.

Cosa mi metto?

Forse non accetterà consigli sull’abbigliamento, ma qualche piccolo suggerimento saprai come farglielo passare per esempio partire leggero, non dimenticare un giubbotto impermeabile per la pioggia, un paio di scarpe comode, la biancheria per i giorni che starà via. Per evitare di ritrovarti un Robinson Crusoe al ritorno assicurati che nell’occorrente per l’igiene personale abbia un rasoio per radersi: scegli Gillette Fusion Proglide che è 2 volte più delicato sulla pelle e offre una rasatura perfetta e veloce. E poi costa meno di un euro a settimana!

Da non dimenticare

-    Documenti e farmaci contro i disturbi più comuni (maldigola, febbre, raffreddore)
-    Un sacchetto per la biancheria sporca
-    cerotti nel caso lo aspettino lunghe camminate
-    Il coltellino svizzero, immancabile e utile in diverse situazioni, da mettere in valigia se parte in aereo (e non nel bagaglio a mano!).

Budget

Decidi con lui il budget della vacanza senza deroghe in modo che inizi a imparare come amministrare i soldi e le spese in modo oculato. E se finisce i soldi prima del tempo, si torna a casa (lo aiuterà a gestire meglio il budget a disposizione).

Mi chiami?

E’ una buona regola chiedergli di darti notizie, anche con un semplice sms e non per forza tutti i giorni. Programmatelo prima di partire per evitare di entrare in ansia se non riesci a sentirlo. Chiedi il telefono di un compagno di viaggio per ogni evenienza ma senza forzature.

Metti da parte l’ansia

Spesso nel primo viaggio senza famiglia i figli riescono a mettere a frutto i tuoi insegnamenti e a mostrare quel senso di adattamento e di responsabilità che magari non ti hanno mai dimostrato a casa. Sii fiduciosa e fagli vivere serenamente questa prima avventura!

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

  Per postare un commento, per favore accedi

Primo viaggio all'estero: Londra....si tanta apprensione

  • Segnala

mio figlio ha 23 anni e alcune volte parte per alcuni giorni in vacanza o per motivi di lavoro, purtroppo sto sempre in apprensione ma è giusto che impari a volare...

  • Segnala

I miei figli sono grandi, partono spesso e io sono sempre in apprensione finché non li sento . Penso che sia naturale essere in ansia ma è necessario permettere loro di fare esperienze, arricchirsi di conoscenze. Importante è aver insegnato loro ad essere responsabili e corretti .

  • Segnala
lulù67

lulù67

Segnalato

mio figlio a 19 anni, appena diplomato ha deciso di andare a lavorare in inghilterra per imparare la lingua , dopo 2 anni è andato in nuova zelanda ,e ora passati 2 anni ancora è in australia; mia figlia di 19 anni diplomata ha deciso di andare in olanda e lavorare presso una famiglia come ragazza alla pari, e spero che dopo questa esperienza torni a casa .... che dire , sono tristissima per questo, mi mancano tantissimo i miei figli, ma sono orgogliosa di loro

  • Segnala

i miei figli ancora non hanno fatto viaggi da soli

  • Segnala