socialnetworkdfigli

Dedicato al rapporto con i tuoi figli: i social network aiutano o no?

Consigli per l'uso.


Tag, share, like, post. Sì, le generazioni nate sotto la stella dei social network hanno uno slang ancora più evoluto di quello dei genitori quando erano piccoli, abituati al massimo al kiss e xxx sulle cartoline. Anche se gli adulti sono tecnologici, hanno comunque un po’ di difficoltà a capire come unire la sfera famiglia-privato alla sfera amici-privato e sfera lavoro- non privato online.
È come se si fosse aggiunto un livello, una terza dimensione dei rapporti. Anche con i figli.

Ma si può essere friend con i propri figli?

Le reazioni possono essere due: o facebook e twitter ed etc diventano un motivo di litigio perché i ragazzi non vogliono fare la figura dei bambini quindi mamma e papà che fanno i simpatici taggandoli in una foto di famiglia o postando un commento non fanno ridere a nessuno.
Oppure questa è l’occasione che tutti i genitori dovrebbero cogliere per costruire un rapporto nuovo, rigenerato, più vicino ai propri marmocchi. Entrare nel loro mondo, ma anche viceversa.

Guida al rapporto con i figli sui social network

•    Evita di postare foto della famiglia in vacanza, dove i figli sembrano più cuccioli e quindi piccoli e meno grandi. Ai loro occhi e quelli dei loro amici, quella foto potrebbe innescare commenti ironici e prese in giro. E tu non vuoi che diventino lo zimbello di tutti.
•    Ricorda che online vanno i tuoi pensieri, come donna e come mamma e come sorella e come amica. Insomma alcune sfere si fondono e qui il rischio è mostrare ai tuoi figli una parte di te che altrimenti non avrebbero mai conosciuto e che forse non è giusto che scoprano. Può essere un bene, può non essere un bene.
•    Non lasciarti andare a commenti che esprimano emozioni negative: cerca di mettere un filtro alle cose che dichiari in rete. Sii moderato.
•    Se non vuoi sentirti così limitato, il consiglio è di creare due profili: uno visibile ai propri figli e uno privato.
•    Anche se sei tentata, non sbirciare sempre tra le foto dei tuoi figli. Anche tu sei stata piccola e sai quanto è fastidiosa la sensazione del “diario segreto” aperto di nascosto. Alcune cose devono rimane nel loro mondo. E se proprio non riesci a trattenerti, non usare foto/post come scusa per saperne di più su alcune situazioni. Il risultato potrebbe essere una sfuriata e avrebbe l’effetto contrario a quello voluto.
•    Non sempre essere amici è il ruolo di un genitore. A volte un genitore deve fare il genitore con tutte le cose che comporta. Non postare foto o non farti taggare in foto in cui potresti perdere credibilità ai loro occhi.
•    Non usare diminuitivi privati che potrebbero imbarazzarli.
•    Non usare la rete per comunicargli delle cose che potresti dirgli a voce. I social network non devono diventare l’unico momento in cui parlare con loro.
•    Vieta gli smartphone a tavola mentre mangiate. La cena o il pranzo sono un momento sacro per la famiglia e questo devono capirlo anche loro. Dai il buon esempio.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto

L'importante è fare in modo che il bimbo giochi con tutto, dal tablet pd ai soldatini ai disegni su carta ..... e che non si fissi troppo ..... in questo modo ha la capacità di interagire con tutto e dare importanza alle varie attività ...... meglio giochi educativi che giochi sensa senso .... poi sta a noi genitori fare in modo che la sua strada rispecchi i valori che si porterà con se da grande .... Giancarlo

  • Segnala