Passo dopo passo

Passo dopo passo

Essere genitori è il lavoro più impegnativo che esista, soprattutto quando ci si ritrova a essere matrigne.


Le connotazioni negative intorno a questa figura sono in parte causate dal personaggio della matrigna cattiva presente in molte storie. Invece, in molti casi, le matrigne hanno contribuito a tenere unite le famiglie. Oggi sempre più donne si dedicano alla carriera fino ai 30 e si avvicinano ai rapporti seri dopo questa età, con probabilità maggiori di trovare compagni che hanno già figli da relazioni precedenti. In questa situazione molte donne si sentono scoraggiate perché non sanno come comportarsi con i figli del partner e quindi, per essere accettate, cercano di “comprare” il loro amore con regali costosi oppure permettono ai bambini di fare ciò che vogliono, chiudendo un occhio davanti a certi comportamenti.

Purtroppo, in questi casi, i bambini agiscono inconsciamente da manipolatori e riescono a sfruttare la nuova partner del genitore per tutto ciò che vogliono, solo perché lei vuole essere loro amica.

Se anche voi vi trovate in una situazione simile, ricordate che con i bambini è di gran lunga meglio stabilire delle regole base. Mostratevi ragionevoli ma ferme, e mettete subito in chiaro che le infrazioni non possono essere tollerate. I bambini vi metteranno spesso alla prova, ma le regole servono per farli crescere.

Prendere confidenza con i figli del proprio partner è un processo che richiede tempo e deve essere pianificato con attenzione. Si rischia il danno quando i bambini non sono ancora pronti ad accettare la presenza di una nuova matrigna e si interpreta la loro resistenza alla sua persona come un rifiuto. La loro diffidenza però è naturale, dopotutto vedono la matrigna come una figura che vuole prendere il posto della madre. Da matrigne è necessario quindi che voi mostriate estrema sensibilità nei confronti dei loro sentimenti e che abbiate pazienza.

Date tempo al tempo. Provate a fare un salto nella casa del vostro partner per prendere qualcosa mentre i bambini sono lì: un primo incontro per stimolare la loro curiosità. Una vera presentazione non serve in questa fase. Organizzate poi ulteriori brevi incontri, accordatevi con il vostro partner per imbattervi casualmente in loro al supermercato. Non iniziate a organizzare feste di compleanno o lunghe gite con loro. È ancora troppo presto per farlo.

Un atteggiamento positivo, tanta pazienza e una buona dose di forza di volontà servono a tutte le matrigne che vogliono costruire un rapporto sereno con i figliastri. Più sarete positive e fiduciose per il futuro insieme a loro, migliori saranno il vostro comportamento e la gestione dei rapporti ora. Credete in voi stesse e nel vostro partner, gestite tutto insieme in modo che ciò che vuoi con tutto il cuore diventi realtà. La storia della matrigna cattiva non è un copione da imitare. Se pianificate tutto con cura, mantenendo la pazienza e mostrandovi sempre sicure sarà possibile vivere felici e in armonia per sempre.

Le linee guida essenziali per le matrigne

-    Non tollerate un comportamento offensivo. L’insolenza non può essere ammessa.
-    Non chiedete a loro informazioni sul padre e sul suo passato.
-    Non dimenticate il vostro ruolo, quello della madre resta alla loro madre.
-    Non tollerate la disonestà. Se i figli mentono al padre riguardo al vostro comportamento cercate di confrontarvi con loro in sua presenza.
-    Voi e il vostro partner siete una squadra, agite di conseguenza aiutandovi a vicenda con i figli.
-    Mostrate un genuino interesse per tutto ciò che fanno i vostri figliastri, per le loro emozioni e opinioni.
-    Parlate sempre con rispetto della loro madre e non prendete decisioni importanti al suo posto.
-    Siate sempre oneste. Rispondete sempre con sincerità e fate capire che non siete arrivate per sostituire la mamma.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto