diventare-mamma

Diventare mamma, ora come allora

Riassunto delle puntate precedenti della mia vita: un grande amore, 10 anni insieme, due o tre lavori cambiati, per arrivare a quello che amo, due cuori in una bella casa disordinata, e ora 4 mesi, poi saremo in tre.


A 32 anni aspetto il mio primo figlio e sono orgogliosa della mia pancia che cresce, anche se ho la mente piena di dubbi. Ho aspettato un po’, non lo nego, alcune mie vecchie amiche hanno figli che già vanno alle elementari. Io invece sono qui, fra montagne di libri, a leggere di tutto e di più sulla gravidanza. Un momento favoloso, dicono tutti, caotico rispondo io.
Gli ormoni stanno facendo il loro gioco sporco e ogni tanto il mio compagno deve soccombere a loro. Ho sempre pensato che dopo i 30 anni sarei stata una donna moderna e matura, prontissima per diventare mamma. Ora, invece, cerco anche in TV i programmi che potrebbero darmi qualche dritta, per il momento evito quelli che mostrano i parti, vado per gradi e ho già la fifa.
Alla mia età mia madre aveva già due figli e se la cavava benissimo: lavorava, puliva la casa che noi mettevamo sempre in disordine, cucinava e badava a noi. Sarò brava come lei? Ho tantissima paura di no, ma ho anche la ferma intenzione di farmi aiutare dal mio compagno. E se mi leggi, amore, questa è una minaccia.

Nel frattempo è sempre alla mamma che chiedo consigli. Lei è al settimo cielo perché non vede l’ora di avere un nipotino, io approfitto delle sue visite per capirne sempre di più. E parlandole ho scoperto le tante piccole differenze fra le nostre gravidanze. Un tempo, a dire la verità non tanti anni fa, non c’erano tutti i divieti e gli obblighi di oggi.
Il sushi, che adoro e rivedrò solo dopo il parto, non era ancora arrivato, mamme fortunate! Però c’erano tanti alimenti, oggi vietati, che venivano consumati tranquillamente in gravidanza: uova, carne cruda, per non parlare degli insaccati e dei formaggi. In più, stop ai vizi di ogni tipo e il mio corpo, mentre cambia, si adegua – quasi del tutto. Vorrei un camion di caffè.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Ci sono poi tanti piccoli particolari che però non cambiano mai: le nausee e le visite ginecologiche. Alle prime avrei rinunciato volentieri, ma non hanno ancora inventato la pillola magica capace di farle sparire. Le visite mediche invece sono fondamentali e sempre quelle. Vado nell’ospedale in cui sono nata, l’ostetrica è sempre la stessa, con qualche anno in più ovviamente. Non so ancora se voglio conoscere il sesso del bimbo, mia mamma ha aspettato fino alla nascita, scommettendo con mio padre. Forse seguirò il suo esempio, forse no, ho già visto un completino rosa che mi piace moltissimo.

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto

meraviglioso

  • Segnala

Carissima 32 enne non preoccuparti l'arrivo di un bambino/a e un evento straordinario un momento da filmare o fotografare io all'età di diciassette anni e mezzo ero già in cinta e a diciotto o partorito la mia prima figlia e dopo nove anni è arrivata la seconda figlia quindi si sentirai un po' di dolore ma quando ti porteranno tuo /a figlia la GIOIA SARA' IMMENSA CHE IL DOLORE CHE HAI PROVATO NE SARA' VALUTA LA PENA PERCHE' DIVENTERAI GELOSISSIMA DI QUESTA CREATURINA MERAVIGLIOSA TI AUGURO TUTTO IL BENE DI QUESTO MONDO E CHE IL BAMBINO/A CHE NASCERA' SARA' SANO E SARA' LA GIOIA DI MAMMA E PAPA' AUGURI a te e anche al tuo compagno.Non aver paura a non essere brava a fare la mamma perché quando nascera' ti verrà tutto naturale allattarlo e prenderti cura di lui o lei auguri sinceri.

  • Segnala

sono semplicemente contenta per tè!!!!!!è troppo bello avere la pancia!!!!!!!!io ne ho fatte 3 di pancie!!!!!!!e ho 34 anni!!!!!!tanti cari auguri........

  • Segnala