italia-gusto

Italia, un viaggio nel gusto

Attrazioni turistiche e sapori della tradizione: sono davvero tanti gli itinerari enogastronomici che aspettano solo di essere scoperti. Eccone tre.


Il nostro Paese, si sa, non offre solo paesaggi mozzafiato, antichi borghi e un patrimonio artistico senza pari. Ogni regione regala anche prodotti tipici tutti da gustare, spesso contrassegnati dalle sigle DOP e IGP. Il modo migliore per scoprire questi «giacimenti» di profumi e sapori? Sono gli itinerari enogastronomici, che toccano i musei del cibo, ma anche le cantine vitivinicole, le sagre, le fiere dedicate alla cucina. Ecco, da nord a sud della Penisola, tre dritte per chi intende concedersi un viaggio all’insegna del gusto e della tradizione.

Al Nord, tra castelli e presidi Slow Food
Abbinare l’arte ai piaceri della tavola? Un buon modo per riuscirci è percorrere la Strada dei Castelli e dei Sapori, un itinerario enogastronomico promosso dall’Agenzia Turismo Friuli Venezia Giulia. Il percorso include la visita di antiche residenze, musei, siti archeologici e chiese, ma non solo: è anche un goloso viaggio attraverso i presidi Slow Food del Friuli Collinare. Tra le tappe in programma, San Daniele, paese di produzione dell’omonimo prosciutto crudo e della trota affumicata. E poi Fagagna, località rinomata per il formaggio Aqua e il pestàt, un condimento a base di erbe, ortaggi e lardo di suino. Distillerie, latterie, macellerie e panifici offrono visite guidate e minicorsi sulla lavorazione dei prodotti. Info: www.turismofvg.it.

Al Centro, lungo le strade del Chianti
Non occorre essere aspiranti sommelier per avere voglia di scoprire il Chianti Classico DOCG e gli altri celebri vini della Toscana. E allora, perché non imboccare una delle ventitré Strade del Vino che si snodano lungo la regione, attraverso dolci colline coltivate a vigne e olivi, borghi medievali, pievi silenziose, ville, casali e agriturismi? Le numerose cantine vitivinicole della zona offrono ai turisti degustazioni e informazioni sulle tecniche di produzione (per saperne di più: www.chianti.com, oppure www.turismo.intoscana.it).

Al Sud, con i sapori dell’Etna
La località perfetta per familiarizzare con i profumi e i sapori della Sicilia? È Zafferana Etnea, in provincia di Catania. Qui, per tutto il mese di ottobre, ogni domenica si celebra la trentaquattresima edizione dell’Ottobrata Zafferanese, con cinque sagre dedicate agli squisiti prodotti del luogo: l’uva, la mostarda, il miele, le castagne, ma anche la frutta secca caramellata, le olive e le conserve sott’olio (informazioni: www.ottobrata-zafferanese.com). Un giretto nei dintorni, poi riserva altre sorprese: a Bronte, per esempio, è possibile assaggiare i celebri pistacchi, ingrediente principe di torroni e altre ricette dolci. Mentre nel Parco dell’Etna si degustano alcuni dei migliori vini della regione, dal Grecanico al Trebbiano Bianco.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto