Il kit di bellezza per il nostro micio

Il kit di bellezza per il nostro micio

Micio “rasta”? No, grazie. Forbicine, pettine e altri gadget per un pelo vaporoso e senza nodi.


Il mantello del gatto deve essere lucido, folto, morbido da accarezzare. Se così non fosse, potrebbe significare che il nostro micio è fuori forma, oppure che non lo curiamo a dovere.

È vero che il gatto ci tiene alla propria pelliccia e, generalmente, se ne prende cura da solo. Ma se appartiene a una razza a pelo lungo, la sua innata predisposizione alla vanità potrebbe aver bisogno di una mano umana.

Perché il pelo sia sempre perfetto, senza grovigli e nodi impossibili da districare, dobbiamo spazzolarlo regolarmente e quotidianamente, con speciali spazzole cardatrici e con appositi pettini. La spazzolatura perfetta non deve trascurare alcuna parte del corpo e, per le razze a pelo lungo, deve avvenire sia nel verso del pelo sia in contropelo. Per le zone più delicate - come il muso – esistono spazzole più piccole e morbide. Ma se, nonostante le mille attenzioni, dovessero comunque formarsi dei nodi, possiamo eliminarli senza difficoltà utilizzando appositi attrezzi, come forbicine e taglianodi.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Mai come nei periodi di muta - primavera e autunno, quando l’animale cambia il pelo per adattarsi all’arrivo della nuova stagione - è necessario spazzolare bene il nostro micio: il pelo vecchio deve essere tolto con regolarità, altrimenti l’animale rischierebbe di ingerirlo quando si dedica alla sua quotidiana beauty routine, leccandosi.

Tosature vere e proprie servono solo alle razze con pelo molto lungo, soprattutto in estate. Mentre necessari per tutti i mici a pelo lungo sono bagni e relative asciugature, pratiche a cui sarebbe meglio abituarli fin da cuccioli. Esistono diversi prodotti utili per ottenere un bel pelo vaporoso e liscio: shampoo specifici per districare nodi e conferire al manto maggiore elasticità (come questa lozione secca a base di salvia ed equiseto); salviette detergenti con aloe vera e ylang ylang, comodissime per un intervento lampo; balsami riparativi e perfino profumi delicati senza alcool.

E se il nostro gatto si piace in versione selvaggia e si ribella ai trattamenti di bellezza, l’arma da utilizzare è il ricatto: spazzoliamolo - o laviamo - quando ha fame, per poterlo ricompensare, a toelettatura terminata, con la sua scatoletta preferita. Funziona sempre!

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto

Il mio tesoro ama farsi spazzolare!!!!!

  • Segnala
Drin24

Drin24

Segnalato

Un cane 2 gatti e l'acquario... Ma non stufano mai...

  • Segnala
luise

luise

Segnalato

Nella mia casa vivono 2 cani e 2 gatti.....non riuscirei stare senza sopratutto della cagnolina. Li curo , li lavo (i cani), li sfamo e li coccolo. Sono animali ma a volte comprendono e si comportano meglio degli umani.

  • Segnala