Vaso nuovo vita nuova come rinvasare le tue piante

Vaso nuovo, vita nuova: come rinvasare le tue piante

Avete visto crescere e fiorire le vostre piante durante tutta la primavera, ma cosa succede ora nel vaso? Con ogni probabilità anche le radici sono cresciute, avvolgendo sempre di più il terriccio.


E se qualche radice sta cominciando a fuoriuscire dai fori di drenaggio, significa che è proprio il momento di cambiare il vaso.

•    Per prima cosa, quello che vi serve è un nuovo vaso. Il segreto è non esagerare con le dimensioni: una pianta troppo piccola rispetto al vaso può non riuscire ad assorbire tutta l’acqua, questo ne causerà la marcescenza.
Tenete conto di queste indicazioni:
o    10 cm di diametro -> 1, 5 cm più grande
o    15-25 cm di diametro -> 2,5 cm più grande
o    25-30 cm di diametro -> 5 cm più grande
o    30+ cm di diametro ->7 cm più grande
•    Nel caso in cui la pianta sia a crescita rapida, raddoppiate i valori indicati, per non replicare troppo spesso l’operazione.
•    È necessario anche del terriccio aggiuntivo per riempire il nuovo vaso. Questo dovrebbe essere il più possibile simile a quello già presente, in modo da evitarle uno stress eccessivo.
•    Procuratevi dei sassolini, piccoli ciottoli e argilla espansa, che andranno sistemati sul fondo del nuovo vaso permettere all’acqua in eccesso di scorrere nel sottovaso.
•    Il nuovo vaso va preparato lavandolo accuratamente, specie se proviene da precedenti coltivazioni. Nel caso in cui sia di coccio, dovete tenerlo in acqua per 12 ore, in modo da eliminare ogni impurità.
•    Sul fondo del nuovo vaso sistemate i ciottoli, i sassi o l’argilla di drenaggio. Stendete anche uno strato del nuovo terriccio, in modo tale che la pianta, una volta inserita, sia alla giusta altezza (1,5 – 5 cm dal bordo).
•    Ora avete tutto il necessario per travasare la vostra pianta. Il primo passo consiste nello sfilarla dal vaso, tenendola con le mani in modo saldo, tra il fusto e il terreno.
•    Se avete difficoltà nel farlo, potete dare dei piccoli colpetti sul fondo. Se ancora non avete risultati, fate scorrere un coltello lungo tra le pareti del vaso e la terra.
•    Ora che la pianta è fuori, “districate” anche le radici. Provate a separarle delicatamente, senza romperle, per fare in modo che entrino nel nuovo terriccio più facilmente.
•    A questo punto, potete mettere la pianta nel nuovo vaso. Disponitela al centro e mettete il terriccio ai lati, fino al completo riempimento del vaso.
•    Con le mani, premete il terreno in superficie per renderlo più compatto e innaffiate la pianta fino a che non vedete scorrere alcune gocce d’acqua dai fori di drenaggio.

Nel suo vaso nuovo sarà pronta per l’estate.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto

Bybby

Bybby

Segnalato

Non sapevo che il vaso nuovo di terracotta andasse trattato con ammollo di 12 ore. Grazie x la dritta!

  • Segnala

Da poco ho iniziato ha piantare qualche piantina. Ho iniziato con basilico e semi di prezzemolo, stanno venendo su alla grande. Vorrei riempire il terrazzo di verde :)

  • Segnala
DoSanta

DoSanta

Segnalato

il mio balcone sembra un deserto. cercherò di approfittare dei consigli per farlo rifiorire

  • Segnala

Per chi vuole un balcone fiorito anche con il sole di agosto, io consiglio le petunie, le portulache, il nasturzio... sono piante con bellissimi fiori, con tante varietà di colori e resistenti!

  • Segnala
zietta

zietta

Segnalato

Adoro il giardinaggio!!! Vorrei un balcone perennemente fiorito: tanti gerani di mille colori!!! Purtroppo nel mio balcone c'è sempre il sole e in estate è un vero dramma perchè mi rovina tutte le piante. Ora ad esempio il mio povero balcone è tutto secco. Avete qualche pianta da consigliarmi che resista al sole d'agosto senza soffrire?

  • Segnala