Voglio una casa tutta verde

Voglio una casa tutta verde

Circondarsi di fiori e piante, anche in un appartamento? Si può. Ecco alcune specie che vivono bene tra le mura domestiche e sul balcone, con qualche dritta per curarle.


Con l’arrivo della primavera viene voglia di dare libero sfogo al pollice verde. Il segreto per avere piante rigogliose? Tenete conto dell’esposizione solare: alcune sopportano bene i raggi diretti del sole, mentre altre vivono meglio all’ombra e al fresco. E poi, non esagerate con le annaffiature, per non far marcire le radici.

Tra le mura domestiche…
•    Pothos: con le sue ampie foglie, caratterizzate da un colore verde brillante venato di bianco, è una delle piante da appartamento più semplici da coltivare. È sufficiente tenerla in piena luce, annaffiarla con moderazione e fertilizzarla con concime liquido una volta al mese.
•    Kenzia: per garantire lunga vita a questa pianta tropicale della famiglia delle Palmae, occorre posizionarla in un vaso non troppo capiente e in una zona ombrosa, al riparo dalle correnti. Il rinvaso dovrà essere effettuato ogni 2 o 3 anni, mentre le annaffiature dovranno essere regolari (circa una volta alla settimana). Evitate i ristagni d’acqua e state attente a non bagnare il tronco e gli steli, che potrebbero marcire. La concimazione, da aprile a ottobre, va fatta ogni 20 giorni.   
•    Coleus: molto decorativa, ha foglie che possono assumere diverse colorazioni: dal giallo, al rosso acceso, al fucsia. Ha però bisogno di molta luce, altrimenti il fogliame sbiadisce. Deve essere innaffiata abbondantemente e concimata ogni 20 giorni.

…e sul balcone
•    Rynchospermum: è conosciuto anche con il nome di «falso gelsomino», nonostante tra le due specie non esista alcuna parentela botanica. Molto resistente, richiede poche cure e regala splendide fioriture nei mesi di giugno e luglio. Deve essere collocato in una posizione luminosa e annaffiato abbondantemente durante il periodo della fioritura, evitando i ristagni idrici. È bene concimarlo una volta al mese.
•    Garofano: elegante e facile da coltivare, deve essere esposto in pieno sole e annaffiato con regolarità. Per farlo crescere al meglio, è bene concimarlo con fertilizzanti ricchi di potassio.  
•    Petunia: basta dedicarle poche cure per essere ripagati da abbondanti fioriture, che si protraggono dalla metà della primavera fino all’autunno inoltrato. Deve essere posizionata in piena luce e annaffiata ogni 2 o 3 giorni in primavera, più spesso durante i mesi estivi. Ogni 15-20 giorni è bene fertilizzarla con concime liquido per piante da fiore.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto

Io ne ho molte di piante in casa,ovviamene quelle che riescono a sopravvivere tra le mura domestiche! Danno un tocco di eleganza e inoltre illuminano l'ambiente

  • Segnala

Io vivendo pochissimo in casa mia ho messo tante piante ma molte di loro sono artificiali (artificiali ma ben fatte) e solo poco sono piante naturali..ho fatto questo compromesso perché in ogni casa che si rispetti non può non esserci del verde!!Sempre e comunque piante e fiori!!

  • Segnala

Io non riesco a far sopravvivere una pianta nel mio appartamento...forse metto troppa acqua.

  • Segnala
Denni

Denni

Segnalato

Ora capisco perchè le mie petunie non avevano abbondanti fioriture. grazie per i consigli.

  • Segnala
Paulape

Paulape

Segnalato

Amo le piante, ho un bello giardino con tante specie , grazie per i suggerimenti .

  • Segnala