Vicenza e il suo baccalà per iniziare il nostro tour alla scoperta dei sapori del Veneto

Vicenza e il suo baccalà per iniziare il nostro tour alla scoperta dei sapori del Veneto

Il FairyFoodTour è arrivato in Veneto. Prima tappa la storica gastronomia Il Ceppo situata nel centro di Vicenza.






Un po’ punto vendita di prodotti tipici, un po’ enoteca, un po’ gastronomia ma anche piccolo ristorante in divenire che per noi ha aperto i battenti in anteprima. Abbiamo gustato piatti locali come il risotto con il radicchio, i bigoli con il ragù d’anatra da accompagnare con un bicchiere di Tai Rosso dei Colli Berici e il celebre “Baccalà alla Vicentina”.

Quest’ultimo, emblema della tradizione culinaria vicentina, nasce svariati anni fa, ovvero quando il navigatore Pietro Querini nel 1432, naufrago durante il suo viaggio verso nord, venne salvato dai norvegesi che si cibavano di stoccafisso (il baccalà vicentino è infatti lo stoccafisso). Pietro decise di portare con sé durante il viaggio di ritorno questo alimento non deperibile che fu molto apprezzato dai suoi concittadini. Durante gli anni la ricetta del Baccalà alla Vicentina è stata tramandata con piccole variazioni ma gli ingredienti che non posso mancare sono lo stoccafisso, le cipolle, il parmigiano, l’olio, il latte e le sardine sotto sale. I tempi di preparazione sono oltremodo lunghi se si considerano i quattro giorni necessari per reidratare lo stoccafisso con acqua corrente e le 4 ore di cottura in forno.

Fairy Platinum

€2,00

riduzione del negozio

Buono sconto selezionato
Clicca qui per
eliminare la
selezione
Per stampare i tuoi buoni sconto, collega il computer a una stampante
Coupon already redeemed

A Vicenza questo piatto è celebre a tal punto che è stata istituita la Confraternita del Baccalà (http://baccalaallavicentina.it/), i cui membri sono massimi esperti e appassionati di questo piatto tipico e ogni anno nel mese di settembre a Sandrigo si svolge la Festa del Baccalà alla Vicentina (http://www.baccalaallavicentina.it/jom/festa-del-qbacalaq) dove in soli due fine settimana vengono servite mediamente 70.000 porzioni di Baccalà alla Vicentina. Alla festa presenzia anche il sindaco dell’isola norvegese di Rost, isola da cui proviene lo stoccafisso.

Abbiamo gustato questo piatto con piacere su suggerimento di Ivana della gastronomia Il Ceppo, lo abbiamo accompagnato con un calice di Vespaiolo, vino bianco secco e persistente, ottenuto dal vitigno omonimo autoctono.

Il tempo di un brindisi e poi ci siamo messi di nuovo in viaggio alla scoperta di altre eccellenze con il Fairy Food Tour!

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto

roby75

Segnalato

ho visto il video della Confraternita del Baccalà che spiega come cucinare il baccalà alla vicentina buono soprattutto in questo periodo di feste

  • Segnala