toscanafan

In Toscana siamo andati a casa di Doriana, la Fan di Fairy che ci ha insegnato ad “appiciare”

Originaria di San Casciano dei Bagni, paese noto per le famose terme, sposata con un docente dell’istituto alberghiero, mamma di Daniele e cuoca non solo per passione, ma anche per professione. Lei è Doriana, la fan di Fairy della Toscana che vive nel delizioso paesino di Sarteano. Prima del nostro arrivo ha acquistato, come il suo solito, ingredienti freschissimi locali e ci ha accolti con il grembiule indosso e la spianatoia infarinata… Insieme prepareremo i pici. Ma prima conosciamola meglio.





Come è nata la tua passione per la cucina?
La mia era una famiglia numerosa e fin da piccola aiutavo nella preparazione dei pasti per il pranzo della domenica e non solo. Amavo pasticciare!

Cosa significa per te cucinare?
Cucinare per me è divertimento, relax e un modo per dare sfogo alla creatività.

Ho visitato il tuo sito web Cooking for You. Della tua passione per la cucina ne hai fatto una professione.
Si infatti sono una chef a domicilio, conduco dei corsi di cucina e preparo banchetti. Spesso vengo contattata per cucinare nelle ville in Toscana per ospiti talvolta anche stranieri e mi occupo di tutto dall’ideazione del menù, all’abbinamento dei vini (qui mi avvalgo dell’aiuto di mio marito Claudio), alla preparazione delle pietanze e al riordino della cucina. Talvolta mi capita di lavorare anche per 15 ore di seguito, ma lo faccio con gioia, passione e soddisfazione.

Quanto sono importanti le materie prime per la riuscita di una ricetta?
Ritengo siano fondamentali. Con dei buoni prodotti anche il meno abile in cucina può ottenere dei buoni risultati.  

Quali ingredienti regionali non possono mancare nella tua cucina?
Senza dubbio l’olio extra vergine di oliva toscano che è di grandissima qualità.

Quante versioni conosci della ricetta che ci prepari?
Esistono molte versioni dei pici, sia per l’impasto che per il condimento. Ad esempio nell’impasto non tutti utilizzano l’uovo che secondo me è fondamentale per la loro consistenza e tra i tanti condimenti possibili i più noti e tipici sono all'aglione, con le briciole, con il ragù d'anatra o di chianina o di cinghiale.

Prepari i pici spesso o solo durante le occasioni speciali e le cene con gli amici?
Mi piace molto fare la pasta fresca e quindi preparo i pici in tutte le occasioni.

Hai un aneddoto divertente da raccontarci legato a questa ricetta?
Non ho aneddoti particolari da raccontarti posso solo dirti che quando faccio i corsi di cucina ai miei ospiti e preparano i pici si divertono moltissimo.

Ti è mai capitato qualche piccolo incidente durante la preparazione dei pici?
Quando ero piccola mi capitava spesso poiché non riuscivo a trattenere tutti gli ingredienti all’interno della fontana di farina sulla spianatoia e l’olio o l’acqua finivano da tutte le parti. Adesso non succede più, anzi mettiamoci al lavoro!






Pici d’autunno
Ingredienti
400 gr. di farina O
250 gr. di acqua
1 uovo
200 gr. di olio extravergine di oliva (Frantoio Casagni/Tistarelli – Sarteano)
farina di mais q.b.
150 gr. di pecorino Riserva (Caseificio Piu – Sarteano)
150 gr. di pancetta di Cinta Senese (Az. Agr. Abbazia di Spineto – Sarteano)
300 gr. di cavolo nero (Az. Agr. L’ Orto di Paolo di Valeria Bucelli – Sarteano)
100 gr. di mollica di pane sciapo toscano
1 spicchio d’aglio
sale
pepe nero

Procedimento
Setacciare su una spianatoia di legno la farina. Fare la fontana e unire l’olio, le uova, un pizzico di sale e l’acqua. Impastare il tutto energicamente con il palmo delle mani fino ad ottenere un composto omogeneo. Sulla superficie dell’impasto versare un filo di olio (così l’impasto non si seccherà) e lasciar riposare per almeno 20 minuti.
Riprendere la pasta e stenderla con il matterello allo spessore di mezzo centimetro (non utilizzare la farina 0 in questo passaggio). Bagnare la superficie con un po’di olio. Tagliare la sfoglia a listarelle di circa mezzo centimetro, e iniziare a lavorarle con il palmo della mano allungandole come uno spaghetto né troppo sottile, né troppo spesso. Posizionare i pici in un vassoio con una spolverata di farina di mais.
Togliere al cavolo nero le nervature e sbollentarlo in acqua bollente salata. In una casseruola mettere l’olio extravergine di oliva e farvi rosolare la pancetta ridotta a cubetti. Aggiungere il cavolo nero e saltare qualche minuto. In una padella a parte far rosolare con uno spicchio d’aglio e l’olio le briciole di pane fino a che non saranno croccanti.
Portare a bollore una pentola con acqua e farvi cuocere i pici.
Scolare e saltare i pici in padella con il cavolo e la pancetta.
Impiattare e completare con le briciole croccanti e le scaglie di pecorino.

E niente paura quando sparecchiate, ai piatti sporchi pensa Fairy!





Fairy Platinum

€2,00

riduzione del negozio

Buono sconto selezionato
Clicca qui per
eliminare la
selezione
Per stampare i tuoi buoni sconto, collega il computer a una stampante
Coupon already redeemed

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto