IL TIGEM

IL TIGEM

ISTITUTO TELETHON DI GENETICA E MEDICINA DI POZZUOLI


Il Tigem è il primo istituto creato da Telethon nel 1994.

Dal 2014 ha una nuova sede all’interno dell’ex “area Olivetti” di Pozzuoli in una struttura di oltre 4.500 metri quadrati, riconvertita e ristrutturata grazie a un investimento di circa 10 milioni di euro provenienti dal Programma operativo nazionale "Ricerca e Competitività" 2007-2013, che ha consentito di usufruire di fondi dell’Unione Europea.

La nuova sede comprende quattro grandi laboratori di ricerca “open space”, uffici, un auditorium e aree ricreative, ed è stata dedicata alla memoria di Susanna Agnelli, indimenticabile presidente di Telethon dalla fondazione, nel 1990, al 2009 anno in cui è mancata.

Al Tigem, sotto la guida di Andrea Ballabio, lavorano 15 gruppi di ricerca, per un totale di 210 ricercatori, molti assunti nel giro dell’ultimo anno. Tra questi circa 20 ricercatori stranieri.

Il Tigem riceve un finanziamento annuale dalla Fondazione Telethon, concesso sulla base di una rigorosa valutazione periodica effettuata ogni cinque anni dalla Commissione medico-scientifica (con un aggiornamento a metà del ciclo di finanziamento).

Le linee di ricerca

Da sempre la ricerca del Tigem è all’insegna dell’innovazione e dell’applicazione delle più innovative tecnologie disponibili alle scienze della vita. La più recente applicazione di queste tecnologie è il Programma “Malattie senza diagnosi”, primo ed unico in Italia, che vede la collaborazione di tre centri clinici secondo un modello che si ispira ad analoghi programmi internazionali. Con questo impegno Telethon conferma il cuore della sua missione: offrire una speranza a chi è colpito da una malattia rara che proprio per la sua rarità è ignorata dai programmi di finanziamento pubblico e privato.

Il Tigem concentra la propria missione sulla comprensione dei meccanismi alla base delle malattie genetiche, per poi sviluppare strategie preventive e terapeutiche.

Il lavoro di ricerca segue tre programmi strategici:

  • biologia cellulare delle malattie genetiche,

  • biologia dei sistemi e della genomica funzionale

  • terapia molecolare.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

La ricerca al Tigem si focalizza in particolare su malattie come le degenerazioni retiniche, disturbi del traffico intracellulare, malattie da accumulo lisosomiale, metabolismo epatico e ciliopatie.

I metodi utilizzati al Tigem prevedono approcci di ricerca che includono anche genetica molecolare, biologia cellulare, biochimica delle proteine, bioinformatica, genomica funzionale, biologia dei sistemi e terapia genica.

Al Tigem non si fa soltanto ricerca di base: nel giro dei prossimi anni, grazie alla collaborazione con le cliniche universitarie dell’Università Federico II e della Seconda Università di Napoli saranno avviati diversi studi clinici per valutare l’efficacia di terapie innovative per gravi patologie genetiche della vista o del metabolismo.

Pubblicazioni e riconoscimenti

Negli ultimi 5 anni i ricercatori dell’Istituto hanno pubblicato oltre 400 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali e ricevuto prestigiosi riconoscimenti, primo fra tutti il premio Louis-Jeantet per la medicina conferito nel 2016 al direttore Andrea Ballabio. Ballabio è stato il primo italiano in assoluto a ricevere questo riconoscimento, ritenuto tra i più importanti in Europa e che in passato è stato l’anticamera del Premio Nobel per diversi scienziati che l’anno vinto. Il premio gli è stato assegnato per la scoperta del gene TFEB, che funziona come un "direttore d'orchestra", regolando l'azione di molti altri geni coinvolti nello smaltimento dei materiali di scarto del metabolismo.

Collaborazioni e finanziamenti

L’Istituto ha attivato collaborazioni con enti e centri di ricerca italiani ed esteri tra cui l’Università di Napoli Federico II (Dipartimento di pediatria e di informatica e sistemistica) e la Seconda Università di Napoli (Dipartimento di patologia generale e di oftalmologia).

Inoltre, per volontà di un’associazione americana di pazienti, la Batten Disease Foundation, è nato un laboratorio Tigem presso il Texas Children’s Hospital di Houston, dedicato allo studio di malattie neurologiche dei bambini.

L'eccellenza della ricerca svolta al Tigem è confermata anche dalla capacità dell’istituto di attrarre finanziamenti da prestigiosi enti internazionali come l'Unione Europea, i National Institutes of Health, la Fondazione europea di biologia molecolare (EMBO), il Wellcome Trust e l’European Research Council.

Il Tigem vanta anche numerosi accordi industriali, primo fra tutti quello siglato nel 2012 con Shire, per sviluppare approcci di terapia genica o farmacologica su malattie rare di tipo neurodegenerativo e da accumulo lisosomiale.

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto

orgogliosa di sapere che teleton ha un istituto di ricerca nella mia citta'

  • Segnala