Pulizie perfette: i consigli delle lettrici

Pulizie perfette: i consigli delle lettrici

Trucchi e consigli dalle lettrici di Desideri magazine.Le lettrici sono le migliori consulenti quando servono consigli pratici utili per la cura della casa, senza perdite di tempo e con la certezza di un ottimo risultato. Ecco qualche suggerimento per eliminare macchie e odori, garantire igiene in cucina e risparmiare tempo con il bucato.


Muffa? Addio! Le nostre case non sempre hanno pareti ben isolate e i locali che si trovano al piano terra e i bagni possono presentare macchie di muffa sui muri. A volte accade anche che spostando un armadio si ritrovi la parete annerita. Il rimedio più semplice e meno costoso è la candeggina. Copritevi le mani con i guanti e la bocca con una mascherina, indossate abiti vecchi da lavoro e spruzzate il prodotto sulla macchia da trattare. Lasciate agire qualche minuto e tamponate con carta assorbente da cucina. Altrimenti, bagnate uno straccio pulito con la candeggina e strofinate. Attenzione! La muffa si forma anche perché i locali non sono ben aerati: abituatevi a spalancare le finestre anche in inverno, così che i muri respirino e l'aria che circola nell'ambiente sia ossigenata e quindi più sana.

 

Cuccioli per casa? Anche se li avete abituati ad usare la cassetta sul terrazzo o a scendere in cortile, capita che bagnino qualche angolo del soggiorno. Pulire e igienizzare è indispensabile, magari cercando di utilizzare il prodotto che tenga lontano Fido e Micio. L'ammoniaca "invoglia" perché l’ammonio è contenuto anche nella pipì quindi l'odore di questo detergente li stimola. La candeggina invece copre bene gli odori...e così è un ottimo deterrente oltre a garantire igiene perfetta.

 

In cucina: “zone d’ombra sotto controllo”. La cucina è il locale in cui la lotta contro germi e batteri deve essere più efficace. Detergere la zona del piano di lavoro, il lavandino o il fornello non è sufficiente. E' necessario tenere sotto controllo le zone più trascurate nelle pulizie di routine: maniglia della porta, taglieri, utensili e vasi in vista che non si usano spesso. Il consiglio in più: per sbiancare e pulire gli interstizi anneriti tra le piastrelle, utilizzate un vecchio spazzolino da denti; imbevetelo di candeggina e sfregate delicatamente.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

 

Il segreto del bucato “autostirante”. Durante la bella stagione fare il bucato è più semplice perché i panni stesi all'aria aperta asciugano più velocemente, i bianchi splendono di più e tutto profuma di fresco. Stirare, invece, è una piccola tortura perché stare con il ferro acceso, fra calore e vapore, a volte diventa impossibile, anche se funziona il condizionatore. Il segreto per non sprecare tempo e risparmiare energia elettrica (un apparecchio consuma da 1 a 1,5 kw all’ora) è imparare a stendere il bucato 'scientificamente'. Le camicie si possono appendere sulla gruccia, posizionate le mollette nei punti meno visibili dell'indumento una volta indossato, così non rimarranno gli antiestetici segni, stendete le t-shirt in orizzontale, appendete pantaloni e gonne per la vita. Evitate la luce diretta del sole, perché non solo ingiallisce e scolorisce i tessuti, ma assorbe troppo velocemente l'acqua, lasciando le grinze causate dalla centrifuga. Quando raccogliete i panni stesi piegateli e riponeteli con cura nella cesta, la stiratura sarà più semplice.

 

Provate questi trucchi e diteci cosa ne pensate. Ma non solo: unitevi al “coro” e dateci il vostro consiglio!

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto

Mamali

Mamali

Segnalato

Salve, non se se questo è il posto giusto per chiedere un aiuto: non riesco ad avere il piano cucina profumato, soprattutto dopo aver cucinato tutto si impregna e non riesco a togliere l'odore del mangiare, ho usato ogni genere di detersivo, sgrassatore, ecc. ma con scarsi risultati. Qualcuna di voi potrebbe darmi qualche consiglio? Grazie

  • Segnala