Quando il Natale arriva, lo senti nell'aria

Quando il Natale arriva, lo senti nell'aria

Tanti i colori e i profumi che inondano le case di tutti. Tantissimi i ricordi che si legano a questo particolare momento dell’anno. Leggine qualcuno e scrivi quelli a te più cari.


Dalla cucina che sa di “cose buone” al salotto dove l'albero di Natale fa bella mostra di sé, le case, almeno per quindici giorni, si trasformano in un posto incantato. Ecco, allora: il profumo di cannella e lo zenzero, i mandarini e le arance, il pino e il vin brulè e, ovviamente, l’odore di neve nell’aria.  Un Natale come tanti è sempre un Natale speciale.

Quest’anno tre amiche di Desideri Magazine condividono un ricordo speciale, legato ad una fragranza natalizia.

“Da bambina - racconta Rossella- a scuola cucinavamo i biscotti alla cannella e noce moscata. La maestra l'ultimo giorno prima delle vacanze ci invitava a portare gli ingredienti da casa e dalla cattedra ci guidava nella preparazione dell'impasto. Ognuno creava i biscotti con le forme preferite, ritagliate prima nel cartoncino. Il forno della scuola si riempiva di animaletti, palline, stelle e babbi natale. Per i corridoi aleggiava un aroma invitante. Poi il giorno della recita natalizia li gustavamo con una cioccolata fumante. Il mio Natale cominciava così: i canti, il sapore di cannella, i baffi di cioccolata sul viso sorridente della maestra”.

Annalisa, casalinga solo nel tempo libero, ha tre figli, un marito e due nonni. Mentre in cucina prepara il polpettone per la cena di Natale, loro sistemano la legna, accendono il camino e preparano vin brulé. La ricetta è semplice: vino rosso bollito con zucchero, chiodi di garofano, cannella e buccia d'arancia. La bevanda è aromatica e non troppo alcolica, perciò adatta anche ai ragazzi. In casa si diffonde un odore dolcissimo, misto al profumo di resina che brucia sui ceppi.  È allora che la nostra amica si accorge che è di nuovo Natale.

Essenze alla mirra sia in bagno che nella camera da letto. “È un profumo misterioso e speciale- dice Paola”. Per lei le feste, a cominciare dalla notte della Vigilia, sono dedicate al relax e alle coccole. Niente stress da pranzi e cene interminabili: lei, il suo lui, luci soffuse, la musica giusta e l'odore di mirra che evoca terre lontane, l'oriente dell'Himalaya, dove il silenzio pervade l'anima. Un clima di pace e serenità che è lo spirito vero del Natale.


Ma che Buon Profumo di Natale! E il tuo, com’è?
Scrivi un tuo ricordo, condividi le emozioni di questo periodo.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto