Come fare il bucato: i consigli dei nostri esperti per ottenere il massimo del pulito con Dash

Casa
7/07/2022
Il bucato: una delle incombenze più lunghe e noiose di tutte le pulizie di casa. Ancora di più se quella macchia di pomodoro sulla camicia bianca non viene via! Segui i consigli di Dash su come fare il bucato: scopri come rimuovere le macchie e quali prodotti applicare sui tuoi capi!


Sul campo di battaglia è fondamentale conoscere quali armi si hanno a disposizione... Qui puoi leggere informazioni e consigli utili su quali prodotti Dash utilizzare per eliminare le macchie dai tuoi capi e vincere la tua battaglia quotidiana contro il bucato!

 

Ecco cosa usare per avere vestiti più puliti:

  • Detersivi
  • Ammorbidenti
  • Additivi

Quale detersivo utilizzare per fare il bucato

I prodotti Dash sono tanti, devi solo capire quale sia lo stile del tuo lavaggio per scegliere il detersivo che fa al caso tuo:

 

  • Carichi bianchi: usa un detersivo con candeggina come Dash Polvere.
  • Carichi colorati: usa un detersivo senza candeggina e con protezione dei colori come Dash Liquido Salva Colore o Dash PODS 3in1.

Quale detersivo Dash usare per la lavatrice?

  • Dash PODS 3in1: semplice e pratico da usare. Non contiene percarbonato di sodio ed è ottimo per lavare i carichi colorati. Le capsule devono essere posizionate nella parte bassa ed in fondo al cestello con il carico da lavare sopra. Ottimo per le macchie di grasso, ad esempio olio, trucco e così via.
  • Dash Liquido: i detersivi liquidi si dissolvono in maniera rapida. Sono adatti per il pre-trattamento direttamente sulle macchie, specialmente per quelle più ostinate. Sono inoltre perfetti per le macchie di grasso, ad esempio olio e trucco. Per risultati migliori con il detersivo liquido, ricorda di mettere un dosatore sopra il carico, in modo che gli ingredienti agiscano fin da subito.
  • Dash Polvere: può essere dosata a piacimento. La polvere Dash deve essere dosata direttamente nel cassetto dei detersivi della lavatrice.

Come funziona un ammorbidente e quale utilizzare

La maggior parte delle persone pensa che gli ammorbidenti servano solo ad ammorbidire i vestiti e a renderli più profumati... ma in realtà fanno molto di più!

A cosa serve l’ammorbidente

 
  • Diminuire l’adesione statica (utile specialmente con le fibre sintetiche a pressione permanente).
  • Ridurre le pieghe.
  • Proteggere i colori dallo sbiadimento nei lavaggi successivi.
  • Ridurre i tempi di asciugatura.
  • Facilitare la stiratura.

Come funziona e agisce un ammorbidente

I tessuti in una soluzione di lavaggio hanno una carica negativa in superficie. L'ammorbidente Lenor contiene tensioattivi caricati positivamente (chiamati tensioattivi cationici). Durante la fase di risciacquo finale, l’ammorbidente Lenor si lega alla superficie del tessuto fornendo uno strato lubrificato che risulta morbido al tatto.

Come funziona il processo nella tua lavatrice?


  1. Aggiungi l’ammorbidente all’inizio del processo di lavaggio. L’ammorbidente non deve fuoriuscire dallo scomparto.
  2. Durante il risciacquo finale, l’acqua che entra nello scomparto attiva il sifone. L’ammorbidente passa nel sifone. Un po’ di acqua fuoriesce anche dal retro dello scomparto.
  3. Il sifone continua a funzionare fino a quando lo scomparto è asciutto al termine del ciclo di lavaggio ed è pronto per il lavaggio successivo.

Suggerimenti e consigli per un bucato sicuro ed efficace

  • Non riempire mai oltre il livello massimo: causerebbe solo problemi! Riempire oltre l’indicatore del livello massimo nel cassetto dei detersivi attiva subito il rilascio dell’ammorbidente, andando a interferire con l’efficacia di lavaggio del detersivo e impedendoci di godere dei vantaggi dell’ammorbidente descritti sopra!
  • Lava/risciacqua regolarmente il cassetto dei detersivi con acqua calda per evitare il blocco del sifone! A volte la lavatrice non fornisce correttamente l’ammorbidente semplicemente perché il sifone potrebbe essere bloccato. Controlla che non vi siano degli accumuli di prodotto sul sifone.

  • Pulisci il sifone bloccato nel classico cassetto dei detersivi: di norma, è presente un coperchio rimovibile che aiuta a prevenire il blocco del sifone. Apri lo scomparto sollevando il coperchio per vedere il sifone e togli i residui sciacquando lo scomparto sotto il rubinetto dell’acqua calda. Grattare con un vecchio spazzolino potrebbe essere efficace!

Additivi per il bucato: quali sono e come si usano

Ecco i prodotti più utilizzati per rafforzare l'azione lavante e migliorare l'aspetto del bucato:

  • Prodotti per prelavaggio: si applicano sulle macchie o sulle zone più sporche prima di procedere con il bucato;
  • Candeggina: è l’additivo più tradizionale; si utilizza in ammollo, prima o dopo il bucato, o nel prelavaggio in lavatrice; è a base di cloro e ha un elevato potere smacchiante ed igienizzante. Attenzione, però, perché è aggressiva su colori e tessuti!
  • Additivi in polvere: vengono usati durante il lavaggio insieme al detersivo e ne aumentano l'efficacia smacchiante soprattutto sulle macchie colorate o ossidate;
  • Sbiancanti: sono prodotti in polvere da usare durante l'ammollo manuale o in lavatrice; possono essere accompagnati a detersivi liquidi; servono a sbiancare i tessuti bianchi, ingialliti o ingrigiti, ma non devono essere usati sui capi colorati!  Sono, inoltre, molto adatti per seta e lana.
  • Igienizzanti e disinfettanti: eliminano i germi che possono proliferare sui capi sporchi.

Come caricare la lavatrice in modo corretto

La lavatrice funziona immergendo il bucato in una soluzione di acqua e detersivo, che vengono mescolati insieme. Le lavatrici moderne sono pensate per utilizzare meno acqua ed è quindi importante non sovraccaricarle!

 

Per migliori risultati, deve esserci acqua sufficiente affinché il detersivo si dissolva e spazio sufficiente affinché i capi possano muoversi nel cestello. Se lo spazio tra la parte alta del cestello e il bucato è inferiore al palmo di una mano, la lavatrice è troppo piena! In questo caso, il bucato potrebbe assorbire così tanta acqua che non ne rimarrebbe per sciogliere il detersivo!

 

Inoltre, le fibre più delicate e i cicli di lavaggio più rapidi richiedono carichi inferiori per dare maggiore spazio ai vestiti per muoversi.

Quanto detersivo mettere nel cestello della lavatrice

I fattori chiave da considerare sono:
 

  1. Quanto sono sporchi i capi
  2. La dimensione del carico
  3. La durezza dell’acqua

È importante dosare in modo corretto, in quanto il sotto-dosaggio può comportare scarsa pulizia e mancata rimozione delle macchie.

 

  • Livelli di sporco: più i vestiti sono sporchi, più detersivo bisogna utilizzare in un carico. Questo aiuta a rimuovere lo sporco e a evitare che lo stesso ritorni sui vestiti.
  • Dimensione del cestello: il dosaggio del detersivo dipende dalla dimensione del cestello di una normale lavatrice. La maggior parte delle lavatrici odierne dispone di cestelli più grandi (6-8 kg). Carichi più grandi portano maggiore sporco, quindi per ottenere buoni risultati a ogni lavaggio sarà necessario più detersivo.
  • Durezza dell’acqua: la durezza dell’acqua varia a seconda del luogo. Per ottenere i risultati migliori, chi vive in zone con acqua particolarmente “dura”, deve utilizzare maggiori quantità di detersivo.

Per utilizzare al meglio il prodotto Dash scelto, suggeriamo di leggere attentamente le istruzioni di dosaggio riportate sul retro della confezione!

Bucato e non solo...Approfitta di tutte le promozioni P&G!

Se vuoi approfondire l’argomento, ti proponiamo questa guida dedicata alle quantità di detersivo da utilizzare per lavare in modo corretto i tuoi panni.

 

Se invece vuoi rimanere aggiornato su tutte le promozioni attive di Desideri sui prodotti P&G, accedi alla pagina di registrazione di Desideri Magazine, completa i campi vuoti inserendo i tuoi dati e clicca sul pulsante Registrati.

 

In questo modo potrai ricevere aggiornamenti su promozioni, campioni gratuiti, consigli, recensioni e tantissime offerte dedicate a te e alla pulizia della tua casa!