La bellezza dei tuoi capi: lavare

La bellezza dei tuoi capi: lavare

Come ritrovare un bianco impeccabile e riscoprire la brillantezza dei tessuti.


Aria di primavera e voglia di apparire al meglio, ad iniziare dalla cura dei propri capi preferiti. Ecco come ritrovare il bianco impeccabile e riscoprire la brillantezza dei tuoi tessuti con i giusti consigli di lavaggio.

3 parole chiave: pulire, proteggere, valorizzare
Un pulito profondo non solo assicura l’eliminazione delle macchie visibili, ma aiuta anche a combattere le impurità causa dei cattivi odori che col tempo, se non eliminati, possono portare al deterioramento delle fibre rovinando l’aspetto dei tessuti. La bellezza dei tuoi capi parte da alcuni semplici regole e dalla scelta dei prodotti giusti, pensati specificatamente per proteggere il tuo bucato. Sapevi che esistono oggi detersivi specifici che puliscono a fondo, proteggono le fibre ravvivando la brillantezza dei tessuti? Per capi sempre nuovi e più a lungo!

Le tende bianche
Le tende andrebbero lavate due volte l’anno, in primavera e in autunno, e se il tessuto lo permette, è possibile trattarlo direttamente a casa senza rischi e senza ricorrere alla lavanderia.
Smonta le tende, controlla l’etichetta con le indicazioni di lavaggio dove sono illustrate le fasi di trattamento. Se hai dubbi nel decifrare i simboli, ecco un glossario semplice e chiaro per interpretarle.
Scegli un ciclo di lavaggio per delicati a bassa temperatura. E’ possibile ottenere un bianco impeccabile anche a 30°con un detersivo liquido concentrato con agenti sbiancanti capace di distendere le fibre. Dosalo direttamente nella vaschetta della lavatrice. Evita la candeggina, a causa dell’esposizione alla luce naturale il rischio è ingiallirle ulteriormente.
il consiglio utile:
Riappendi le tende quando sono ancora umide, il peso garantirà un effetto “stiro” naturale senza bisogno di stirarle.

La camicia di seta
Dopo aver trattato le macchie, procedere al lavaggio scegliendo un ciclo delicato in acqua fredda e una centrifuga di massimo 500 giri. Scegli un detersivo liquido specifico per lana e seta che, non contenendo enzimi, è adatto a questo tipo di tessuti delicati.
il consiglio utile: per evitare grinze, puoi avvolgere il capo in una federa bianca. Stendi il capo non al sole diretto e procedi stirandolo a rovescio ancora umido con ferro tiepido. Per essere sicura, metti una carta velina o un tessuto di cotone tra il capo di seta asciutto e il ferro da stiro.

La tovaglia colorata
Una volta trattate la macchie tempestivamente, procedi al lavaggio scegliendo un detersivo dal pratico formato monodose facile da usare: inseriscilo nel fondo del cestello della lavatrice, i principi attivi si attiveranno appena in contatto con l’acqua  garantendoti un pulito profondo, tessuti brillanti e protetti.
il consiglio utile: tovaglia perfetta e senza grinze prima di una cena? Stendi la tovaglia su un tavolo su un tavolo la sera precedente, metti sotto un mollettone cerato. Spruzza leggermente dell’acqua sulla tovaglia, tornerà liscia in una notte!

>> Qual è il tuo capo preferito e come te ne prendi cura? Raccontacelo!

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto

dash e lenor sono unici beate le signore che sono state scelte come ambasciatrici di questi prodotti sarà una passeggiata parlare di dash.

  • Segnala

da quando ho conosciuto dash non lo lascio più !

  • Segnala
laula

laula

Segnalato

uso solo lenor come ammorbidente: mio marito adora i capi profumati e come lenor non ce ne sono!

  • Segnala

Tempo fa usavo un'altra marca di ammorbidente, poi un giorno per caso ho provato lenor..... Mi sono innamorata!!!

  • Segnala

io uso dash sia per il bianco che per i colorati e lenor come ammorbidente sono ottimi anche gli smacchiatori della dash.

  • Segnala