Otturazioni dentarie

Otturazioni dentarie

Ciò che bisogna sapere sulle otturazioni dentarie.


Innanzitutto, cos’è un’otturazione dentaria?
Tramite un’otturazione l’odontoiatra ricostruisce un dente colpito dalla carie, restituendogli funzioni e forma originarie. Si procede eliminando la parte cariata del dente in questo modo nella zona interessata resterà una cavità che andrà riempita con del materiale apposito.

Quali materiali si usano?
Per eseguire un’otturazione si usano quattro materiali: l’amalgama d’argento, i sistemi vetro-ionomerici, le resine composite e l’oro puro (quest’ultimo materiale, però, viene usato raramente perché costoso ed esteticamente invadente a causa del colore, anche se estremamente valido per durata ed ermeticità).

Esiste un’otturazione migliore delle altre?
No. L’odontoiatra sceglie quella più adatta sulla base di diversi criteri quali: l’entità del danno, la presenza o meno di allergie a un determinato prodotto, la zona della bocca in cui deve essere fatta e infine al costo.

Sentiamo spesso parlare di “piombatura”: di cosa si tratta?
Il termine “piombatura” indica semplicemente l’amalgama d’argento, anche se il piombo vero e proprio non vi è contenuto. Si tratta di una lega d’argento, mercurio e altri metalli come rame e stagno. Dopo la miscelazione, l’amalgama indurisce a freddo dando luogo a un’otturazione dalle ottime caratteristiche meccaniche.

Il mercurio contenuto nell’amalgama d’argento non potrebbe essere pericoloso per la nostra salute?
Sono stati fatti diversi studi in proposito che ne escludono la tossicità. Tra l’altro la quantità di mercurio rilasciata nell’organismo da un’otturazione dentaria è del tutto trascurabile. Sono, invece, tossici i vapori di mercurio rilasciati durante la lavorazione dell’amalgama d’argento. Ma in questo caso a rischiare sono gli odontoiatri che infatti devono manipolare il materiale secondo rigide norme di sicurezza. In ogni caso anche l’amalgama d’argento, come l’oro, oggi viene utilizzato poco. Il materiale che si privilegia sono le resine composite.

Perché?
Con le resine composite (miscela di resina e particelle di ceramica) si eseguono otturazioni perfette dal punto di vista meccanico ma anche estetico perché sono dell’identico colore dei denti. Si privilegia questo materiale ogni volta che ci si trova di fronte a un’esigenza estetica rilevante. Ma non solo, perché le resine di ultima generazione sono davvero resistenti e permettono di ricostruire denti - come i molari - più soggetti alla forza della masticazione.

Cosa sono i sistemi vetro-ionomerici?
Sono i materiali utilizzati per le otturazioni dei bambini. Rilasciano fluoro svolgendo così anche un importante ruolo di prevenzione contro la carie. Non si tratta di otturazioni definitive, ma provvisorie anche se a lungo termine. Nell’età adulta vengono rimosse e sostitute.

Infine, quali  cure vanno riservate ai denti otturati?
Il paziente deve sapere che un dente otturato purtroppo si può cariare di nuovo. Per questo motivo è di fondamentale importanza sottoporsi a periodiche visite di controllo e, a casa, curare perfettamente l’igiene orale quotidiana. A tale proposito è di grande aiuto uno spazzolino elettrico ricaricabile, che è fino a due volte più efficace rispetto allo spazzolino manuale tradizionale. Lo spazzolino elettrico ricaricabile, infatti, permette una pulizia dei denti  molto precisa e accurata grazie all'azione combinata oscillante e rotante della testina. Il risultato è la pulizia profonda di ogni singolo dente nel pieno rispetto delle gengive.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto