L'igiene orale nei secoli

L'igiene orale nei secoli

Come molte culture già sapevano migliaia di anni fa,iIl benessere inizia dalla bocca.


L’igiene orale ha una lunga storia. Ogni popolo, in ogni periodo, ha applicato i metodi più disparati per tenere pulito il cavo orale. Già nell’antica Mesopotamia si applicava un impasto fatto di corteccia, menta e allume. Le popolazioni indiane adoperavano rametti di Azadirachta indica e dell'albero di banana, così anche nel mondo musulmano si masticavano bastoncini d’albero aromatici le cui fibre, sfilacciandosi in punta, diventavano una spazzola.

Nel medioevo europeo l’igiene orale veniva assai trascurata. Per combattere il dolore ci si affidava a riti magici o alle preghiere, a impacchi con interiora di animali e persino a risciacqui di urina.

Per trovare le prime tracce di un vero spazzolino bisogna arrivare al XV secolo, in Cina. Costituiti da peli di cinghiale siberiano inseriti in bastoncini di bambù, questi esemplari si sono presto diffusi in Europa. Ma le setole di cinghiale sono state sostituite dal pelo del dorso dei cavalli, più delicato per gengive e denti.

Nel 1938, con l’invenzione del nylon, viene messo in vendita "il miracoloso spazzolino da denti a ciuffi" del Dr. West, il primo prodotto con setole sintetiche, molto più efficaci e igieniche.

Dopo la seconda Guerra Mondiale, la pulizia dei denti è diventata una pratica comune in USA, dopo che i soldati, tornando a casa, hanno mantenuto la pratica di lavarsi i denti, influenzando il resto della popolazione.
Si è aperta così la strada al mercato e alla cultura diffusa dell’igiene orale.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto