disturbi-gengivali-gt

I disturbi dentali e gengivali dalla G alla T

Un elenco di alcuni dei problemi dentali e gengivali più diffusi


Gengivite
È un’infiammazione del tessuto gengivale. Nella maggior parte dei casi la causa è di origine batterica, dovuta all’ accumulo di placca e tartaro in corrispondenza della zona di passaggio tra denti e gengiva. Solitamente si manifesta con gengive eritematose (rosse) ed edematose (gonfie) che tendono al sanguinamento spontaneo o durante le normali manovre di igiene orale a casa. Meno frequenti ma possibili, i casi di gengivite di origine immunitaria. La gengivite indotta da placca è un processo infiammatorio reversibile solo con la rimozione dall’igienista.

Malocclusione
Posizione non corretta o difetto di contatto tra i denti dell'arcata superiore e quelli dell'arcata inferiore; oltre che ridurre l'efficienza della masticazione, interferisce nell'escursione della mascella e può dar luogo a problemi di fonazione, respirazione, masticazione e deglutizione.

Parodontite
La parodontite è un’infiammazione e un’infezione dei tessuti che sostengono i denti: la gengiva, il legamento parodontale e l’osso. Quali sono le cause? La parodontite si verifica quando la gengivite non è curata o è curata in ritardo. Placca e tartaro si accumulano alla base dei denti, formando una tasca parodontale. I tessuti molli si gonfiano e l’infiammazione provoca la distruzione dei tessuti e delle ossa che circondano il dente. La perdita del sostegno dei denti causa l’indebolimento e la loro caduta. Questo disturbo è raro in età infantile, ma aumenta durante l’adolescenza, fino a diventare la principale causa di perdita dei denti negli adulti.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Placca Batterica
È un aggregato molle e appiccicoso di colore bianco-giallastro che si fissa saldamente ai denti. È formato da residui di cibo colonizzati da batteri che sopravvivono e si riproducono al suo interno, cibandosi degli zuccheri in esso contenuti. È la principale causa delle più comuni patologie orali: carie e parodontopatie. La deposizione di sali di calcio e di fosfati la trasforma in tartaro.

Pulpite
Infiammazione acuta della polpa dentale in seguito a carie penetrante, a traumi dentali o cause iatrogene. Esiste in forma acuta e in forma cronica. La sintomatologia della pulpite acuta è caratterizzata da dolore di tipo pulsante, non localizzato, che aumenta in posizione orizzontale e con l'assunzione di cibi caldi, mentre riduce la propria intensità col freddo. La terapia d'urgenza consiste nella rimozione della polpa camerale e radicolare (terapia canalare). La forma cronica riconosce cause prevalentemente di natura infettiva. La sintomatologia e la terapia consistono nel trattamento endodontico dell'elemento dentale interessato.

Tartaro
Il tartaro costituisce una zona di ritenzione della placca batterica. È composto da calcio fosfato, calcio carbonato, magnesio fosfato e altri elementi di matrice organica. Può essere rimosso solo con una pulizia professionale dall’igienista dentale.

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto