sloweb

Sorprendi la tua mente con lo slow web

Controllare un aggiornamento, verificare la notifica dei messaggi, condividere qualsiasi pensiero, cioè navigare in rete può essere una fonte di stress?


E “l’email apnea?” Sai cosa potrebbe essere?

Una mail che qualcuno aspetta con ansia? Forse, qualcosa talmente bella da togliere il fiato.
No, come Linda Stone dice, è quello stato che sperimentano gli utenti quando controllano la casella di posta elettronica e la chiama così perché si trattiene il respiro e si aspetta intrepidi che il device di turno carichi l’ultima novità di facebook o l’ultima offerta all you can eat. Drink. Fino al giorno in cui sarà anche love.
Apnea rende bene l’idea: se provi a chiudere gli occhi riesci a vederti mentre succede anche a te.
E sempre a te è mai successa la sindrome da “vibrazione fantasma”? Cioè la sindrome per cui sembra che il telefono stia squillando, ma invece non sta s-q-u-i-l-l-a-n-d-o. Oppure hai mai sofferto della “paura di perderti qualcosa?” Cioè l’impossibilità di sconnettersi per l’ansia di non sapere in tempo reale cosa accade in rete.
A te e a tutti gli individui che incontri per caso sull’autobus o in metropolitana, agli occhi incollati sullo smartphone o laptop, alle persone che sono fisicamente negli uffici, nei locali, sui mezzi, ma hanno la testa impegnata a navigare. A voi tutti, parliamo di slow web, cioè l’uso consapevole della tecnologia e dei device. Slow web, per avere sempre il controllo della propria vita e non essere schiavi di questo infinito flusso d’informazioni. Slow web, per un tramonto in più con chi ami o una passeggiata in più con tuo figlio al parco.

Scollegati, spegni il computer, e fai qualcosa di reale nella vita reale.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto

Gripla

Gripla

Segnalato

Per alcuni versi concordo con l autrice dell articolo......è vero se se ne abbia il web può diventare una fonte di stress ma nella giusta misura è un ottimo strumento di comunicazione.... nonché valido passatempo

  • Segnala
janna59

janna59

Segnalato

Credo che come tutte le cose anche l'uso del web va gestito a piccoli dosi ma credo ci siano persone che non avendo un sociale possono diventare schiave del web.Quanto ho letto sopra mi trova pienamente d'accordo e basta restare collegati su fcb un giorno intero di proposito per renderti conto di quante persone vivono sulla pagina. Il web aiuta a non sentirsi soli a ritrovare una parvenza di solidarietà ciò che nel reale è sfuggito di mano e che il progresso ha contribuito ad allontanare.

  • Segnala

Ormai siamo afflitti dal web,dagli smartphone che le persone si comunicano cosi...mi capita molto spesso in giro di vedere gente con i telefoni incollati agli occhi e perdono la cognizione del tempo cosi...non si vivono,non vedono o sentono con consapevolezza la natura o gli odori della natura...io personalmente ho lo stress a causa di cio..ma mi basta vivere con piu consapevolezza e stare fuori al sole per stare bene :)

  • Segnala
LISADIF

LISADIF

Segnalato

mi basta...una tela ..pennelli e colori...non penso più a niente...sperimentatelo è una buona terapia.

  • Segnala

Vi confesso che anche a me succede ogni tanto! Ma mi basta accarezzare il mio gattino per uscire dall'apnea!!!!!

  • Segnala