ragazzi oggi si va al cinema in salotto

Ragazzi, oggi si va al cinema… In salotto

È un ottimo modo per tener buoni i nostri bambini un paio d'ore, un sistema per indirizzare i loro gusti verso scelte meno “televisive” e, per noi, una grandissima scusa per (ri)vedere deliziose commedie o capolavori della fantasia.


Insomma, mettersi sul divano e scegliere un film formato famiglia è un'esperienza semplice e efficace per divertirsi, rilassarsi, imparare e stare vicini. Ecco la top five delle pellicole da non perdere.

La fabbrica di cioccolato, di Tim Burton, 2005
L'ideale sarebbe vedere entrambe le versioni: la più recente e spettacolare, con Johnny Depp, e quella cult del 1971 con Gene Wilder dal titolo “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato”. Musical visionario e “cioccolatoso”, tratto dal libro di Roald Dahl, è un tripudio di colori e bizzarrie. Nonché la realizzazione del sogno di ogni bambino: essere circondati da giganteschi e meravigliosi dolciumi.

Vita di Pi, di Ang Lee, 2012
Ancora fresco di sala, arriva in dvd la colossale lettura che il premio Oscar Ang Lee fa del classico per ragazzi. Effetti speciali da urlo e una maestosa tigre accompagnano senza un attimo di respiro la storia di Pi, naufrago nell'oceano Pacifico e nei suoi pensieri: curioso di religioni e sensibile agli animali, è un esempio di intelligenza e tolleranza.

Minouche la gatta, di Vincent Bal, 2001
Passata in sordina ma adorabile, questa commedia olandese racconta di una gatta trasformata in fanciulla che piomberà nella vita di un giovane giornalista, aiutandolo a realizzare uno scoop, e in quella della bimba che gli abita accanto, facendole conoscere la loquace comunità di mici (il cui miagolio lei sa interpretare) che abita sui tetti della città.

Shrek, di Andrew Adamson e Vicky Jenson, 2001
Brillante compromesso fra humour e fiaba, il film mostra che una principessa non deve per forza essere bella, e che il suo principe magari è un malmostoso (ma buonissimo) orco. Oltre alla strana coppia di protagonisti, poi, gli splendidi comprimari: l’asinello Ciuchino, Gatto con gli stivali, Zenzy l’Omino di Pan di Zenzero. Conviene vedere tutta la trilogia... e ballare sui titoli di coda.

Cattivissimo me, di Chris Renaud e Pierre Coffin, 2010
In attesa del sequel (uscirà il prossimo autunno) vale la pena rivedere questo animation movie che gioca sulla classica contrapposizione tra un goffo cattivone e la creatura innocente che gli ammorbidirà il cuore (in questo caso ben tre orfanelle: il cattivo non avrà scampo). Un tocco di morale sì, ma anche tanto divertimento.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto