Ancora alcuni ''piaceri'' da non precludersi per continuare bene l’anno

Ancora alcuni ''piaceri'' da non precludersi per continuare bene l’anno

In cosa trovare quei piccoli piaceri quotidiani che fanno della nostra vita, una vita che ci piace?


Grazie ai vostri contributi Desideri sta ricevendo tante idee…eccone a voi qualcuna. Ma non smettete di scriverci, raccontateci la vostra esperienza! Quali sono le occasioni o le attività che vi regalano un sorriso quotidiano?

Siamo sicuri che la lista si allungherà ancora..

Leggere un romanzo d’amore
Basta coi libri troppo lunghi e troppo impegnati. Per una volta, togliamoci lo sfizio di un romanzetto rosa tascabile: di quelli da scorrere tutti d’un fiato andando in ufficio e nella pausa pranzo. Perché, in fondo, lo sappiamo benissimo quanto è piacevole perdersi con la fantasia tra coccole e tenerezze, stuzzicando così la voglia di amare, essere amate.

Avvolgerci in un asciugamano soffice e profumato dopo un bagno caldo.
Al solo pensiero ci sentiamo già meglio, più serene e felici. Rilassarsi nella vasca da bagno e poi farci avvolgere in un telo profumato, magari dal nostro lui, è un piacere semplice da realizzare…ma che regala una grande soddisfazione.
Prepariamoci tutto quanto ci serve: sali da bagno profumati, una musica di sottofondo, asciugamani puliti, freschi di bucato e il gioco sarà presto fatto!

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Scegliere il primo profumo di mia figlia
È ancora piccola, ma le piace atteggiarsi a signorina. Prendiamoci allora una mezz’oretta e divertiamoci a farle provare tutti i profumi della mamma, a caccia di quello che le piace di più. E chissà che non scelga quello che noi “indossiamo” più spesso regalandoci un attimo di emozione?.

Riordinare le foto e perdersi nei ricordi
Le giornate invernali, fredde e uggiose, sono quelle giuste per mettere mano ai vari album o ai mucchietti di stampe in disordine. Non ce ne pentiremo di certo. Perché mentre riordiniamo, salta sempre fuori quell’immagine che avevamo dimenticato: del viaggio esotico, del fidanzamento, del neonato al seno. E immediatamente scatta lo struggente, tenero, affettuoso effetto-ricordo.

Fare il pane in casa
Non è difficile come sembra. E neppure troppo lungo e faticoso. Basta decidere di farlo (la ricetta si trova facilmente in qualsiasi libro di cucina o su Internet) e mettersi a impastare farina, acqua e lievito. Alla fine, quando si diffonderà per la casa quel bel profumo fragrante e si estrarrà il pane caldo dal forno, la soddisfazione sarà enorme. E la famiglia ringrazierà felice.

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto