Come prendere il sole senza scottarsi

Come prendere il sole senza scottarsi

Il sole ti fa sentire bella ma può far male. Come puoi prendere solo i benefici dei raggi solari evitando i rischi?


Scottarsi, sentire dolore e spellarsi. Ecco, questo appena descritto è lo scenario delle esposizioni estive, molto familiari a chiunque. E, nonostante il sole sia amato, i rischi legati ai suoi raggi non gli fanno una buona pubblicità.

Anche se molte canzoni ed espressioni raccontano la bellezza e la spensieratezza del sole, come Baciami o’ sole o la Canzone del sole o, come non citare, ‘O sole mio, il valore e il significato rimangono solo simbolici. C’è da dire che il sole dà molti benefici alla salute, se utilizzato con cautela.


Le ultimo ricerche dichiarano che stare almeno 15 minuti al sole senza mettere una protezione non brucia la pelle e fornisce una buona dose di vitamina D, che è necessaria per il calcio delle ossa e dei denti e per le cellule della crescita.
Ma, la lista dei benefici non finisce qui e include il buon umore grazie a un aumento della serotonina, dell’endorfina e melatonina.

Inoltre, i raggi solari aiutano a rinforzare il sistema immunitario, ad aumentare il metabolismo, a far funzionare meglio la circolazione, riducendo così il rischio di malattie.

Qualche consiglio
Per essere sicura di prendere solo il meglio del sole e non il peggio, esponiti per 15 o 30 minuti senza particolari protezioni prima delle 10 del mattino e dopo le 16 di pomeriggio per attivare la produzione di vitamina D. La durata o meno dell’esposizione dipende dal tuo tipo di pelle, perché se delicata è necessario prestare più attenzione.

Durante la fascia oraria 10-16, i rischi solari sono alti e la protezione oltre ad essere necessaria, deve essere appropriata alla carnagione.
Il consiglio è cercare l’ombra, coprire il corpo con vestiti leggeri, indossare un cappello e occhiali da sole.

In più, leggi bene le indicazioni dietro le confezioni per selezionare una crema solare che offra sia protezione UVA e UVB e che contenga ossido di zinco con biossido di titanio. Applica la crema solare ogni due ore, soprattutto se sei bagnata o sudata.

Anche un’alimentazione ricca di vitamina D, quindi a base di salmone, funghi e uova possono aiutarti durante il mese estivo oltre a frutta e verdura.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Conferma i tuoi dati.

Per finalizzare la tua richiesta, ti preghiamo di compilare le informazioni qui sotto

Pixma

Pixma

Segnalato

anche il solo se ci si espone con moderazione non fa male, anzi apporta dei benefici.

  • Segnala
sylvya

sylvya

Segnalato

Non conoscevo i benefici di questi alimenti durante il periodo estivo. metterò in pratica i consigli di questo articolo dato che ho una pelle molto delicata e avendo un po' di paura delle scottature utilizzo sempre la protezione 50 per prendere un po' di abbronzatura e poi la 30 per quando ormai sono sicura di non scottarmi più.

  • Segnala

Ottimo articolo, non sapevo dell'importanza degli alimenti contenenti vitamina D!

  • Segnala

Grazie per i consigli ! ne terrò conto!

  • Segnala

io ho la carnagione molto chiara, uso protezione 50 sul viso e sul corpo e se l'esposizione è prolungata mi arrosso, però amo il sole che mi mette allegria e seguendo i vostri consigli potrò fruire di tutti i suoi benefici

  • Segnala