capelli_freddo

Capelli: chiedono protezione contro il grande freddo

Enrico Mariotti, Hair Stylist, ci suggerisce come aiutare la capigliatura a superare i rigori invernali senza perdere luce, vitalità e morbidezza.


Termometro in picchiata. Bruschi sbalzi di temperatura tra l’interno e l’esterno. Tassi elevati di inquinamento nelle grandi citta’. Affrontare l’inverno non e’ semplice, neppure per i capelli, fibre vive che come l’intero organismo risentono dei rigori della stagione piu’ fredda. Il segreto per aiutare la chioma a superare i mesi invernali senza perdere equilibrio e bellezza e’ mettere in atto le opportune contromisure: proteggere sempre la testa con un cappello e dedicare alla capigliatura cure attente e puntuali con prodotti ad azione protettiva, idratante e rigenerante.

Un morbido cappello di lana in testa isola dal gelo
I capelli sono sensibili alle temperature estreme: soffrono quando il termometro si alza in estate, ma anche quando scende bruscamente in inverno. Esposta al freddo infatti la chioma si sfibra, soprattutto sulle lunghezze, diventando crespa e opaca, ispida, difficile da pettinare e da tenere in piega. I repentini cambi di temperatura dal freddo al caldo peggiorano ancora di piu’ la situazione, arrivando a impoverire e indebolire la fibra capillare al punto da spezzarla. La prima buona regola da adottare e’ quindi quella di proteggere sempre la testa quando si esce. Si puo’ usare un cappello in fibra naturale, meglio se in lana, che avvolga anche le lunghezze senza stringere troppo. Nel caso di capelli molto lunghi, basta arrotolarli in un morbido chignon sopra la testa prima di coprirli. Buona idea e’ anche quella di rispolverare il foulard della nonna, tornato di gran moda.

Registration

Entra a far parte di Desideri Magazine e ottieni offerte esclusive!

Iscriviti subito

Servono idratazione rinforzata e nutrimento extra
Ma a stressare il capello in inverno non e’ solo il freddo. Anche l’aria secca degli ambienti riscaldati puo’ compromettere, spesso in maniera seria, l’equilibrio della fibra capillare che diventa arida e opaca, facile a elettrizzarsi e difficile da domare. Basta poco per arginare il problema. Per cominciare, e’ utile mantenere la giusta umidita’ nelle stanze usando le classiche vaschette sui termosifoni. Inoltre, occorre apportare idratazione e nutrimento utilizzando con regolarita’ dopo lo shampoo un balsamo rigenerante e, almeno una volta la settimana, una maschera ad azione restitutiva. Si applica sulle lunghezze, si stende con un pettine di legno a denti larghi, si lascia agire per il tempo consigliato e si lavano via i residui con un prolungato risciacquo.

Shampoo frequenti e maschere rigeneranti anti-smog
In inverno l’inquinamento raggiunge tassi elevati: le polveri sottili si depositano sulla chioma rendendola opaca e creando uno squilibrio nel film idrolipidico che riveste la fibra capillare. Meno protetti, i capelli si impoveriscono, perdendo corpo e vitalita’. Ecco perche’ nella stagione fredda e’ bene lavarli ogni due, tre giorni per portare via lo smog e lasciarli liberi di respirare. Lo shampoo deve essere pero’ delicato per non impoverire ulteriormente la fibra, e l’acqua tiepida per evitare che il troppo calore la secchi. Utile poi prima di uscire applicare sulle lunghezze qualche goccia di un siero protettivo che, oltre a nutrire e impedire la formazione delle doppie punte, avvolge il capello in un invisibile film capace di isolarlo dal freddo e dallo smog.

  Per postare un commento, per favore accedi

interessante articolo

  • Segnala
monic77

monic77

Segnalato

utili consigli

  • Segnala

ottimo e utile articolo

  • Segnala
perla84

perla84

Segnalato

consigli davvero molto utili e semplici da seguire

  • Segnala
Protezione dal sole con Olaz

Protezione dal sole con Olaz

"

Non proteggo la pelle dal sole,vivo in campagna e spesso mi scordo di mettere la crema solare,ma con oil of Olaz e i 7 benefici sto recuperando, pelle liscia, idrata e protetta… e con max factor anche ben illuminata. Liscia e vellutata

"

Di Ambasciatrice
concettat